Info, news e approfondimenti sullo stress lavoro correlato

Italiani e tecno-stress, rapporto Randstad

La naturale evoluzione (dove il termine naturale stride evidentemente col contesto) dello stress correlato al lavoro oggi non può che essere il tecno-stress.

L’ausilio delle nuove tecnologie che quasi permettono di avere un ufficio in tasca sembra rappresentare un’arma a doppio taglio per i lavoratori stando ai dati presentati dal Work Monitor Randstad – Lavoro: italiani sempre piu stressati da smartphone e mail.
Esistono alcune categorie di lavoratori ad esempio ai quali è richiesta la reperibilità anche fuori l’orario di lavoro e in questi casi i dispositivi mobili come gli smartphone possono indurre lo stress a causa dell’estrema facilità di comunicazione della quale il capufficio potrebbe approfittarsi.

Qualche dato? Il 31% dei lavoratori è convinto che strumenti come telefono e internet possano ridurre la concentrazione durante il lavoro e il 63% degli intervistati ha ricevuto mail o telefonate fuori orario lavorativo (il 52% anche durante le vacanze). il 73% degli italiani afferma inoltre di preferire la relazione diretta alla comunicazione attraverso dispositivi tecnologici e questo dimostra una certa sofferenza, come evidenziato dallo stesso rapporto Randstad, a causa dell’l’assenza di una regola chiara e condivisa o di un confine normativo circa l’utilizzo della tecnologia nei rapporti di lavoro.
L’effetto è paradossale: strumenti che dovrebbero migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività aziendale rappresentano ad oggi una potenziale fonte di stress con effetti negativi per le aziende.