Info, news e approfondimenti sullo stress lavoro correlato

Il Documento di valutazione del rischio stress

La compilazione del documento di valutazione del rischio di stress nei luoghi di lavoro è una parte molto importante della più grande attività di valutazione dei rischi nelle imprese. Conoscere il livello di stress all’interno della propria aziende è di grande importanza per ogni datore di lavoro perché sottovalutare questo disagio può rivelarsi molto pericoloso, sia per la salute dei lavoratori sia per la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il documento di valutazione dei rischi di stress deve contenerne diverse informazioni, da rilevare direttamente sul campo, da parte del datore di lavoro e del medico competente, al fine di conoscere con sufficiente dettaglio la situazione della loro impresa.
Bisogna, perciò, raccogliere tutte le informazioni relative all’organizzazione dell’impresa, alla pianificazione delle mansioni lavorative e delle procedure svolte dai lavoratori.
Raccolte ed analizzate queste informazioni, il documento di valutazione dei rischi di stress nei luoghi di lavoro deve essere compilato con le informazioni relative alle azioni di correzione, relative alle problematicità riscontrate. Questi interventi correttivi devono essere espressi chiaramente, indicando i modi e le tempistiche, nonché i risultati che si intendono raggiungere con la loro implementazione.

La valutazione del rischio di stress viene differenziata in base al numero di dipendenti presenti nell’impresa. Per le imprese fino a 10 dipendenti, il datore di lavoro può utilizzare la modulistica relativa alla valutazione dei rischi dell’area A, B e C, coinvolgendo direttamente i dipendenti. Per le imprese più grandi, invece, vanno integrati altri livelli di analisi, come l’osservazione soggettiva e il controllo diretto dei lavoratori.

La raccolta di tutte queste informazioni permette di realizzare degli indicatori dello stress nei luoghi di lavoro, elementi di grande utilità per determinare se il livello di rischio da stress è alto oppure no. Ogni datore di lavoro ha quindi l’obbligo di redigere il documento di valutazione dei rischi di stress al fine di assicurare una migliore condizione lavorativa ai propri dipendenti e una corretta gestione della propria impresa.

Il DVR per lo stress lavoro correlato segue le stesse regole di tutti i documenti di valutazione dei rischi. Ciò sta a significare che, a partire dal 30 giugno 2013, anche le aziende che hanno meno di 10 dipendenti, sono obbligati alla sua redazione (l’autocertificazione non ha più valore) utilizzando le procedure standardizzate. Come riferimento normativo bisogna prendere in considerazione il Decreto Interministeriale del 30/11/2012 (comunicato in G.U. 06/12/2012, n. 285).